√ I Pesticidi e le disinfestazioni ci stanno uccidendo | EKONORE

Notizie e curiosità

Rimedi e metodi per eliminare gli insetti in casa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

2 morti e 6 malati di tumore in una strada. “I pesticidi ci stanno uccidendo”

CAPPELLA MAGGIORE - “Questa zona era un paradiso, ora è un inferno”. Indica i vigneti, Viviana, e i campi che circondano la sua casa, per raccontarci la situazione di una strada di campagna dove l’aria è diventata “irrespirabile, tossica”.

In via Borgo Villa, a Cappella Maggiore, c’è quasi un malato per casa. Due persone sono decedute questa primavera, per un tumore al cervello e per un mieloma. Abitavano a 30 metri di distanza. I malati che si stanno curando, oggi, solo in questo quartiere, sono sei: tre persone stanno lottando contro il linfoma non Hodgkin, due contro un cancro intestinale, uno contro un tumore al sistema linfatico. Altri residenti sono dovuti ricorrere alle cure del Pronto Soccorso per vertigini e perdita di conoscenza. Tra questi Viviana, che ci spiega quando la strada ha iniziato a diventare “invivibile”.

L’aria pura che si respirava un tempo in questa via - riferisce la signora - è solo un lontano ricordo. Da quanto i vigneti hanno cominciato a moltiplicarsi e i pesticidi a essere irrorati senza controllo, in molti abbiamo cominciato a star male. Era l’agosto del 2012 quando un mio vicino di casa, Andrea, è stato ricoverato in Pronto Soccorso per forti vertigini e nausea. Nessuno ci ha dato peso ma due anni dopo, sempre in agosto, la stessa sorte è toccata a me e a un’altra vicina, Antonietta. Entrambe avevamo gli stessi sintomi, che si sono fatti sentire per tutta l’estate. Durante il periodo di trattamenti la nausea e le vertigini mi costringevano a letto per ore. Non ho capito subito di cosa si trattasse ma poi ho associato il malessere a quei trattamenti chimici a cui, proprio la primavera di quell’anno, aveva iniziato a essere sottoposto il vigneto limitrofo la mia abitazione. Il contadino che si occupava di irrorare arrivava tutto bardato e quel veleno da cui egli si difendeva indossando un apposito scafandro, entrava nelle nostre case attraverso le finestre aperte, si depositava sul nostro giardino e sul nostro orto. Quel vigneto è stato improvvisamente rimosso a febbraio del 2016 - continua Viviana - dopo che avevo fatto diverse segnalazioni al riguardo al sindaco, all’Ulss e alla polizia. Da allora non ho più accusato vertigini, né alcun tipo di malessere ma la mia tiroide, proprio a causa di quei trattamenti, ha subìto danni irreversibili. Mio marito Renato, poi, ha un enfisema polmonare e mia figlia si è gravemente ammalata: linfoma di Hodgkin”.

La figlia di Viviana e Renato vive nella casa accanto ai genitori e ha lo stesso linfoma che ha colpito altri due vicini di casa. Ha 35 anni, una figlia piccola e ora si sta curando con l’ennesimo ciclo di chemioterapia, per combattere quel male che, ne è sicura, “è stato causato dai pesticidi”. “Per anni ho mangiato le verdure del nostro orto - spiega la ragazza indicando l’appezzamento di terreno - e proprio accanto agli ortaggi sorgeva quel vigneto che è stato rimosso lo scorso anno. Quel vigneto che veniva irrorato continuamente. Quindi, io, cosa ho mangiato?”

Se il vigneto che sorgeva a sinistra dell’abitazione di Viviana e Renato è stato rimosso, a destra ne rimane un altro e di fronte alla casa sorge un grande campo dove cresceva prima mais, poi soia. Un campo non esente da irrorazioni, come spiega Viviana: “Il grande sospetto è che, per quanto riguarda i tre casi di linfomi non Hodgkin, la responsabilità sia anche dell’erbicida che veniva irrorato da anni nell’estesa coltura di mais che, guarda caso, costeggiava proprio le tre abitazioni dove si sono verificati i casi di linfomi”.

Che il rischio di ammalarsi di linfoma non Hodgkin aumenti con l’esposizione a sostanze chimiche quali gli erbicidi è stato affermato dalla ricerca scientifica, come si legge sul sito dell’ AIRC (associazione italiana per la ricerca sul cancro). E che sia più difficile combattere la malattia se si rimane esposti alle sostanze chimiche, è ciò che ha spinto la persona che avrebbe dovuto irrorare il campo a rifiutarsi di farlo. “Il terzista incaricato di spargere i pesticidi - spiega Viviana - conosceva i problemi della nostra famiglia, sapeva che mia figlia era malata e che la guarigione sarebbe stata impossibile con un’ulteriore esposizione all’erbicida. Inizialmente ha rinunciato all’incarico, ma poi in accordo con il contadino si è deciso di irrorare solo la sera e lontano dalla casa, lasciando la parte di campo vicina a noi priva di pesticida. Il contadino, inoltre, si è ripromesso di coltivare dal prossimo anno solo frumento, coltura che non necessita di erbicidi. A queste persone - ci tiene a sottolineare Viviana- va il mio grazie”,

Viviana, Renato e la figlia lottano da anni contro la malattia, ma anche e soprattutto contro chi mette l’interesse economico sopra la tutela della salute dei cittadini. “Facciamo parte del Comitato Marcia Stop Pesticidi - riferisce Renato - e sono numerose le segnalazioni che abbiamo fatto al Comune e ai vari enti che dovrebbero tutelarci. A casa, incolte cerchiamo di difenderci come possiamo”. Renato mi mostra delle cartine gialle: “Queste si trovano solo in internet - spiega - e diventano blu quando vengono bagnate. Durante le irrorazioni le posizioniamo sulla rete esterna del nostro giardino, mettendo in guardia i contadini a stare attenti a dove e come spruzzano”.

Via Borgo Villa, a Cappella Maggiore, non è l’unica zona dove la malattia, seppur non contagiosa, si è diffusa. I cittadini puntano il dito contro le irrorazioni, che avvengono soprattutto sui vigneti, ma anche su altre colture. Ma quali sono le sostanze che vengono irrorate?

Le molecole più utilizzate in zona, dopo quelle a base di zolfo, sono Glifosate, Folpet, Mancozeb e Metiram. Il Regolamento CE definisce le indicazioni di pericolo: il il Glifosate ha codici H318 (provoca gravi lesioni oculari) e H411 (tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata). Folpet e Mancozeb hanno invece rispettivamente frasi di pericolo H351 (sospettato di provocare il cancro) e H361D (sospettato di nuocere al feto). Il Metiram, che in zona è più utilizzato del Glifosate, ha un codice H373 (può provocare danni agli organi in caso di esposizione prolungata e ripetuta). Sostanze che possono provocare il cancro, lo si legge nella tabella degli elementi. Sostanze che sulla cui nocività sono già stati fatti numerosi studi, come spiega il dottor Giacomo Toffol, pediatra, medico dell’ISDE (Associazione medici per l’ambiente) e membro di ACP (Associazione culturale pediatri), relatore di recente in alcune conferenze su salute e pesticidi che si sono tenute in zona.

“Quando ci si espone a un’irrorazione gli effetti possono essere acuti o cronici - spiega il dottor Toffol - I primi avvengono quando si respira la sostanza, e ci possono essere reazioni di vario tipo, immediate. Ma più grosso è il problema dell’esposizione prolungata a queste sostanze: non c’è dubbio che Mancozeb e Folpet siano interferenti endocrini e in quanto tali sono pericolosi soprattutto per le donne incinte, poiché possono danneggiare la tiroide, organo fondamentale in gravidanza per il corretto sviluppo del cervello del bambino. Il Glifosate è stata riconosciuta come sostanza cancerogena dallo IARC”. “Sono in corso numerosi studi per chiarire la cancerogenità di queste sostanze, che possono favorire l’insorgere di un cancro - conclude Toffol - ma mentre la ricerca va avanti andrebbero eliminate. Impossibile fare a meno di tutti i fitofarmaci da subito, ma importante è lavorare in questo senso”.

🌳 Evita i pesticidi scegli la Bio disinfestazione e sanificazione Ekonore. ️800.198.100 numero verde gratuito.

#NoPesticidi #SenzaPesticidi #Ekonore #LaBioDisinfestazione #Naturale

Articolo tratto da: http://www.oggitreviso.it/2-morti-6-malati-di-tumore-una-st…

Chiama EKONORE La Bio Disinfestazione Senza Pesticidi Numero Verde Gratuito 800.198.100

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

PRIVACY POLICY

Titolare del trattamento dei dati
Il titolare del trattamento dei dati è il gruppo Ekonore S.r.l., Codice Fiscale 09730020964, in persona del legale rappresentante Pro Tempore – Tel. 800.198.100 – E-mail: privacy@ekonore.it

Tipologie di dati raccolti
Fra i dati personali raccolti da questo sito, in modo autonomo o tramite terze parti, ci sono: cookie, dati di utilizzo, nome ed e-mail.

Altri dati personali raccolti potrebbero essere indicati in altre sezioni di questa privacy policy o mediante testi informativi visualizzati contestualmente alla raccolta dei dati stessi. I dati personali possono essere inseriti volontariamente dall’utente, oppure raccolti in modo automatico durante l’uso di questo sito.

L’eventuale utilizzo di cookie, o di altri strumenti di tracciamento, da parte di questo sito o dei titolari dei servizi terzi utilizzati da questo sito, ove non diversamente precisato, ha la finalità di identificare l’utente e registrare le relative preferenze per finalità strettamente legate all’erogazione del servizio richiesto dall’utente.

Il mancato conferimento da parte dell’utente di alcuni dati personali potrebbe impedire a questo sito di erogare i propri servizi.

l’utente si assume la responsabilità dei dati personali di terzi pubblicati o condivisi mediante questo sito e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.


Modalità e luogo del trattamento dei dati raccolti
Modalità di trattamento. Il Titolare tratta i dati personali degli utenti adottando le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l’accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei dati personali.

Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate.

Oltre al Titolare, in alcuni casi, potrebbero avere accesso ai dati categorie di incaricati coinvolti nell’organizzazione del sito (personale amministrativo, commerciale, marketing, legali, amministratori di sistema) ovvero soggetti esterni (come fornitori di servizi tecnici terzi, corrieri postali, hosting provider, società informatiche, agenzie di comunicazione) nominati anche, se necessario, responsabili del trattamento da parte del Titolare. L’elenco aggiornato dei responsabili potrà sempre essere richiesto al Titolare del trattamento.

Luogo. I dati sono trattati presso la sede operativa del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, contatta il Titolare.

Tempi. I dati sono trattati per il tempo necessario allo svolgimento del servizio richiesto dall’utente, o richiesto dalle finalità descritte in questo documento, e l’utente può sempre chiedere l’interruzione del Trattamento o la cancellazione dei dati.


Finalità del trattamento dei dati raccolti
I dati dell’utente sono raccolti per consentirci di fornire i propri servizi, così come per le seguenti finalità: statistica, interazione con social network e piattaforme esterne.

Le tipologie di dati personali utilizzati per ciascuna finalità sono indicati nelle sezioni specifiche di questo documento.


Dettagli sul trattamento dei dati personali
I dati personali sono raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:

Interazione con social network e piattaforme esterne: Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questo sito. Le interazioni e le informazioni acquisite da questo sito sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’utente relative ad ogni social network.

Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network, è possibile che, anche nel caso gli utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.


Pulsante “Mi Piace” e widget sociali di Facebook
Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook Inc. Dati personali raccolti: cookie e dati di utilizzo. Luogo del trattamento: USA – Privacy Policy

Statistica. I servizi contenuti nella presente sezione permettono al Titolare del Trattamento di monitorare e analizzare i dati di traffico e servono a tener traccia del comportamento dell’utente.

Google Analytics. Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”). Google utilizza i dati personali raccolti allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo di questo sito, compilare report e condividerli con gli altri servizi sviluppati da Google. Google potrebbe utilizzare i dati personali per contestualizzare e personalizzare gli annunci del proprio network pubblicitario. Dati personali raccolti: cookie e dati di utilizzo. Luogo del trattamento: USA – Privacy PolicyOpt Out


Ulteriori informazioni sul trattamento
Difesa in giudizio. I dati personali dell’utente possono essere utilizzati per la difesa da parte del Titolare in giudizio o nelle fasi propedeutiche alla sua eventuale instaurazione, da abusi nell’utilizzo della stessa o dei servizi connessi da parte dell’utente. L’utente è consapevole che le autorità potrebbero richiedere al Titolare di rivelare i dati.

Informative specifiche. Su richiesta dell’utente, in aggiunta alle informazioni contenute in questa privacy policy, questo sito potrebbe fornire all’utente delle informative aggiuntive e contestuali riguardanti servizi specifici, o la raccolta ed il trattamento di dati personali.

Log di sistema e manutenzione. Per necessità legate al funzionamento ed alla manutenzione, questo sito e gli eventuali servizi terzi da esso utilizzati potrebbero raccogliere log di sistema, ossia file che registrano le interazioni e che possono contenere anche dati personali, quali l’indirizzo IP utente.

Informazioni non contenute in questa policy. Maggiori informazioni in relazione al trattamento dei dati personali potranno essere richieste in qualsiasi momento al Titolare del Trattamento utilizzando le informazioni di contatto.

Esercizio dei diritti da parte degli utenti. I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno degli stessi presso il Titolare del trattamento, di conoscerne il contenuto e l’origine, di verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione, la cancellazione, l’aggiornamento, la rettifica, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati personali trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte al Titolare del trattamento. Questo sito non supporta le richieste “Do Not Track”.

Modifiche a questa privacy policy. Il Titolare del trattamento si riserva il diritto di apportare modifiche alla presente privacy policy in qualunque momento dandone pubblicità agli utenti su questa pagina. Si prega dunque di consultare spesso questa pagina. Nel caso di mancata accettazione delle modifiche apportate alla presente privacy policy, l’utente è tenuto a cessare l’utilizzo di questo sito e può richiedere al Titolare del trattamento di cancellare i propri dati personali. Salvo quanto diversamente specificato, la precedente privacy policy continuerà ad applicarsi ai dati personali sino a quel momento raccolti.

Informazioni su questa privacy policy. Il Titolare del trattamento dei dati è responsabile per questa privacy policy.


Definizioni e riferimenti legali
Dati personali (o Dati). Costituisce dato personale qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale.

Dati di utilizzo. Sono i dati personali raccolti in maniera automatica dal sito (o dalle applicazioni di parti terze che la stessa utilizza), tra i quali: gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dall’utente che si connette al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier), l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta dal server (buon fine, errore, ecc.) il Paese di provenienza, le caratteristiche del browser e del sistema operativo utilizzati dal visitatore, le varie connotazioni temporali della visita (ad esempio il tempo di permanenza su ciascuna pagina) e i dettagli relativi all’itinerario seguito all’interno del sito, con particolare riferimento alla sequenza delle pagine consultate, ai parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.

Utente. L’individuo che utilizza questo sito, che deve coincidere con l’interessato o essere da questo autorizzato ed i cui dati personali sono oggetto del trattamento.

Interessato. La persona fisica o giuridica cui si riferiscono i dati personali.

Responsabile del trattamento (o Responsabile). La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal Titolare al trattamento dei dati personali, secondo quanto predisposto dalla presente privacy policy.

Titolare del trattamento (o Titolare). La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono, anche unitamente ad altro titolare, le decisioni in ordine alle finalità, alle modalità del trattamento di dati personali ed agli strumenti utilizzati, ivi compreso il profilo della sicurezza, in relazione al funzionamento e alla fruizione di questo sito. Il Titolare del trattamento, salvo quanto diversamente specificato, è il proprietario di questo sito.

Questo sito. Lo strumento hardware o software mediante il quale sono raccolti i dati personali degli utenti.

Cookie. Piccola porzione di dati conservata all’interno del dispositivo dell’utente.
© Copyright 2018 . Tutti i diritti sono riservati Ekonore Srl P.IVA 09730020964 Gruppo Ekonore Srl