√ Infezione da scabbia come si manifesta e come Guarire | EKONORE

Notizie e curiosità

Rimedi e metodi per eliminare gli insetti in casa

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

La Scabbia, un infestazione contagiosa

Molti non sanno che la scabbia è una malattia dovuta ad un’infezione contagiosa della pelle che può verificarsi tra esseri umani oppure tra animali e che è causata da un parassita molto piccolo e solitamente invisibile, chiamato Sarcoptes scabiei, o Acaro della scabbia. Questo parassita provoca un forte prurito inserendosi sotto la pelle degli esseri umani o degli animali.

L’Acaro della scabbia (Sarcoptes scabiei)

L’Acaro della scabbia è un parassita dell’uomo e di tutti gli animali domestici. Non è visibile a occhio nudo ma si può vedere solo attraverso l’utilizzo di microscopio.

Abitudini dell’Acaro della scabbia

Il Sarcoptes scabiei ama posizionarsi in luoghi caldi. Può facilmente individuare gli umani tramite odore e temperatura corporea. La femmina dell’acaro appena approdata sulla pelle dell’ospite, crea uno spazio in cui fermarsi nell’attesa di un maschio. Una volta gravida, la femmina inizia a scavare la sua tana, o cunicolo, negli strati più superficiali dell’epidermide e semina le uova. Il cunicolo è la lesione tipica della scabbia e rappresenta la sede in cui si trova la femmina dell’acaro e le sue uova. L’acaro depone 2-3 uova al giorno per tutta la durata della sua vita che è di circa 30 giorni, ma solo il 10% delle uova va incontro a maturazione. Il processo maturativo si completa in 7-10 giorni. L’acaro non può vivere al di fuori dell’ospite e la sopravvivenza lontano da esso è di 2-3 giorni per l’acaro, e di circa 10 giorni per le uova.

Cosa fare in caso di infestazione

Ekonore la bio disinfestazione, si occupa della sanificazione e disinfestazione senza pesticidi negli ambienti in cui la presenza dell’acaro della scabbia è manifesta. I nostri potenti macchinari e le notre tecniche avanzate ed altamente risolutive, eliminano il problema ed evitare il propagarsi della malattia ad altre persone. Pianifichiamo insieme a te questo tipo di intervento fondamentale per prevenire epidemie di scabbia che possono facilmente propagarsi in luoghi molto frequentati.

La Scabbia in breve
E’ contagiosa? A cosa è dovuta?

La scabbia non è legata ad una cattiva igiene, perché è legata al contatto con il parassita. E’ contagiosa ma senza contatto diretto con il soggetto colpito o con indumenti e materassi utilizzati dallo stesso, il contagio non avviene.

Come si manifesta la scabbia?

La malattia si manifesta con lesioni della pelle molto caratteristiche (i cunicoli scabiosi), della grandezza di 2-3 millimetri, letteralmente i cunicoli sottocutanei scavati dall’acaro della scabbia. Solitamente le lesioni si trovano in mani, polsi, gomiti, genitali e addome.

Cosa provoca la scabbia?

La scabbia provoca un intenso prurito a causa dello sfregamento continuo nel soggeto colpito compaiono sulla pelle escoriazioni lineari e puntiformi.

Come si guarisce dalla scabbia?

La terapia è semplice ed economica e solitamente basta l’applicazione di due pomate: il benzoato di benzile al 20% oppure la permetrina al 5%, un antiparassitario per uso locale.  Tutti coloro che sono stati a a stretto contatto con la persona infetta devono essere trattati simultaneamente. Gli abiti vanno lavati a 90 gradi e stirati con ferro molto caldo. Non è necessario buttare via nulla. Per il materasso è fondamentale esporlo a lungo al sole e batterlo ripetutamente, per far morire l’acaro.

Come intervenire con una disinfestazione professionale dell'acaro della scabbia?

🌳 Evita i pesticidi e chiama EKONORE La Bio Disinfestazione Senza Pesticidi Numero Verde Gratuito 800198100

© Copyright 2018 . Tutti i diritti sono riservati Ekonore Srl P.IVA 09730020964 Gruppo Ekonore Srl